Press "Enter" to skip to content

Lo spopolamento dei Borghi al centro della prima seduta del BAI a Silvi

La prima seduta ufficiale della nuova delegazione regionale BAI, Borghi Autentici d’Italia, eletta a fine agosto a Villetta Barrea, si è tenuta a Silvi Paese su iniziativa del consigliere delegato Bruno Valentini (nella foto). Ad accogliere la delegazione c’erano il sindaco Andrea Scordella e l’assessore al Turismo Giuseppina Di Giovanni.

Per la delegazione BAI erano presenti il presidente Alfredo Salerno, sindaco di Fallo e i componenti Bruno Valentini (Silvi), Gianni Bellisario, sindaco di Perano, Luigina Antonacci, sindaco di Castelvecchio Calvisio, Raffaele siciliano, vice sindaco di Ovindoli, e Massimo Antonini, consigliere comunale di Balsorano.

Al centro della discussione il problema dello spopolamento dei borghi antichi soprattutto quelli situati all’interno della regione.

“Questo fenomeno – ha detto Bruno Valentini – è comune ad altre regioni d’Italia. Però ci sono alcune belle realtà, come quella di Silvi Paese, che si trovano avanti grazie a giovani imprenditori che stanno sperimentando con successo alcune apprezzabili iniziative per rivitalizzare gli antichi borghi. Il loro e nostro obiettivo è quello di trasformarli in luoghi di attrazione turistica mediante la realizzazione di strutture ricettive ed esercizi commerciali utilizzando, dopo averle opportunamente ristrutturate mantenendo intatte le caratteristiche architettoniche, le vecchie abitazioni in disuso”.

“Non è un segreto – ha aggiunto il sindaco Andrea Scordella – che l’amministrazione comunale si giochi una fiche importante puntando sulle notevoli potenzialità di attrattiva turistica del nostro antico Borgo marinaro grazie alla sua eccellenza sotto il profilo storico, architettonico e ambientale. Su questa posizione, peraltro, non siamo soli. Con noi c’è l’intero consiglio comunale e, soprattutto, le attività ricettive e gli esercizi commerciali che pian piano stanno raccogliendo i frutti di alcuni anni di costante impegno”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram