Press "Enter" to skip to content

Italia bloccata dal coronavirus

Palestre, uffici, fabbriche, scuole chiuse, come pure sono state bloccate manifestazioni, concorsi e gite scolastiche. Tutto fermo e per chi non rispetta la legge potrebbe anche scattare il carcere per un periodo massimo di tre mesi. Questo è stato previsto dal decreto legge varato dal governo allo scopo di evitare il diffondersi del Covid 19.

Le misure entrano in vigore nei comuni nei quali risulta positiva almeno una persona, per la quale non si conosce la fonte di trasmissione e comunque o comunque nei quali vi è un caso non riconducibile ad una persona proveniente da un’area già interessata dal contagio.

Le autorità competenti, secondo quanto stabilito dal dl, sono tenute ad ”adottare ogni misura di contenimento e gestione adeguata e proporzionata all’evolversi della situazione epidemiologica”. A partire dal divieto di allontanamento da parte di tutti gli individui presenti nel comune o nell’area e, ovviamente, anche il divieto di accesso. Possono essere sospese le manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso.

Lo stop riguarda gli asili, le scuole di ogni ordine e grado, comprese le universitaria; gli studenti dovranno rinunciare anche alle gite scolastiche, sia sul territorio nazionale sia all’estero. E’ prevista la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri luoghi della cultura; ma anche la chiusura di tutte le attività commerciali, esclusi gli esercizi per l’acquisto dei beni di prima necessità.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram