Press "Enter" to skip to content

Immigrazione: due ‘passeur’ ricercati, in Francia, con mandato di arresto internazionale

AOSTA – Si tratta di due cittadini iracheni componenti del gruppo di sei connazionali già arrestati dalla Polizia di frontiera del Traforo del Monte Bianco. Si trovano, in base a quanto accertato, in un penitenziario francese e, al termine del periodo di reclusione, verranno consegnati alle autorità italiane.

L’indagine, denominata ‘Connecting Europe’ , ha portato alla scoperta dell’ingente traffico di immigrati clandestini, dall’Italia verso Paesi europei a scelta degli stessi migranti. Era stata coordinata dalla squadra mobile della Questura, di Aosta e dal Servizio Centrale Operativo della Polizia ed avviata, lo scorso anno, a seguito di arresti da parte della Polizia di frontiera in servizio al Traforo del Monte Bianco.

Il gruppo si era specializzato nei trasferimenti di cittadini iracheni e pakistani, con trasporto in furgoni inadatti, per dimensioni, al numero di migranti. Automezzi privi di qualsiasi comfort adeguato alle stagioni.

L’arresto di cinque dei sei ‘passeur’ era avvenuto in Francia durante un’altra delle trasferte di disperati in fuga dai Paesi di origine. Ad oggi, le ricerche si concentrano sull’unico ancora latitante.

Intanto, ieri, la Polizia di frontiera del ‘Bianco’ ha arrestato un ventenne della Repubblica di Guinea trovato in possesso di documenti falsi. Il giovane ha esibito agli agenti un passaporto falsificato ‘mediante alterazione della pagina dati’, comunicano gli agenti di Polizia.

Con questo sistema illegale, nel 2017, anno di ingresso in Italia, il giovane aveva ottenuto un permesso di soggiorno per poter lavorare.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram