Press "Enter" to skip to content

Geenna, Fosson: “La Regione si costituirà parte civile”

AOSTA – L’annuncio del presidente della Regione Valle d’Aosta Antonio Fosson è stato formalizzato con una delibera di governo: “La Regione si costituirà parte civile nel procedimento penale dell’inchiesta ‘Geenna’, relativa a infiltrazioni mafiose in Valle d’Aosta”.

La Regione Autonoma Valle d’Aosta verrà rappresentata dall’avvocato Renzo Cocchi, di Torino, nell’udienza preliminare che inizierà giovedì 12 dicembre, nel capoluogo piemontese.

“Il governo regionale – comunicano dalla presidenza – ritiene che la costituzione in questo procedimento sia doverosa, posto che le condotte contestate sono idonee ad alterare l’ordinato svolgimento della vita sociale dei cittadini, degli operatori economici del territorio e suscettibili di influenzare le abitudini della collettività, nonché le normali dinamiche del mercato concorrenziale e delle consultazioni elettorali”.

Nella nota, si puntualizza il “radicamento ‘ndranghetista nel territorio valdostano, come è emerso nell’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia, di Torino, dei Carabinieri del Ros, di Torino e del reparto operativo dei Carabinieri, di Aosta.

Aggiunge Fosson: “Con questa decisione, la Regione intende dare un segnale forte e concreto contro un reato così rilevante, quale è l’associazione criminale di tipo mafioso, espressione di un fenomeno che deve essere contrastato da Magistratura e Forze dell’ordine, oltre che dalle istituzioni democratiche della Repubblica e, in questo caso, dalla Regione e dai Comuni”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram