Press "Enter" to skip to content

Fénis: nuovo ‘volto’ della sala musica e spazi di accoglienza interrati nel castello

FENIS – Cinque anni di legislatura che, come commenta il sindaco di Fénis Mattia Nicoletta, “si stanno concludendo con notevoli gratificazioni. Abbiamo portato a termine il novantacinque per cento del programma annunciato e lo concluderemo con la realizzazione di due opere di notevole importanza, ineccepibili sotto l’aspetto estetico-logistico”.

L’acquisto di un’area regionale ubicata sotto il castello permetterà a questo Comune, distante 17 chilometri dal capoluogo regionale, di avviare i lavori per la realizzazione di strutture interrate all’interno del sontuoso maniero, visitato da una media annuale di 100 mila cittadini, turisti e non. Un’opera che comporterà l’esborso di 300 mila euro. “La parte più consistente la sosterrà il Comune. La Regione interverrà con un contributo”, anticipa il sindaco.

Spazi interrati, quindi, per accogliere il mondo dei visitatori provenienti da molti Paesi del mondo e rendere loro la ‘promenade’ nei saloni del castello il più gradevole possibile.

I sotterranei ospiteranno la biglietteria di ingresso al castello, la vendita di prodotti locali e un angolo buffet-tavola calda, uno spazio dedicato alle mostre e alla proiezione video, servizi igienici.

La valorizzazione dell’accoglienza aumenta il ‘glamour’ e l’interesse per uno dei castelli più ammirati della Valle d’Aosta. L’unico a non essere stato costruito per scopi bellici, tra il XIV e il XV secolo, ma come sontuosa residenza di ragguardevoli esponenti della famiglia Challant.

Un’altra opera edile sta a cuore ai residenti, innanzitutto, ma anche all’Amministrazione del sindaco Nicoletta: l’ampliamento della sala musica, in località Chez Sapin, ambiente in cui testano le loro performance i componenti della Società Filarmonica, di Fénis, costituita nel 1926 e la Banda Musicale Giovanile.

“Lo spazio è, ormai, ridotto al limite – commenta il primo cittadino -. Siamo consapevoli dell’urgenza di garantire ai musicisti affermati e alle giovani promesse un’area allineato alle loro esigenze. La amplieremo con la costruzione di uno spazio ex novo. Abbiamo affidato lo studio di fattibilità tecnicoeconomico”, dichiara Nicoletta, anticipando come i costi saranno a carico dell’Amministrazione. “Conosceremo l’entità entro questa primavera. Poi, la concertazione del programma di avvio lavori”, conclude.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram