Press "Enter" to skip to content

Dimissioni in casa Union: David Follien rimette il mandato di vice presidente

AOSTA – Da alcuni giorni, si sussurrava di un certo malcontento all’interno del ‘Mouvement’. La decisione, però, era stata definita più di una settimana fa dal diretto interessato: David Follien, vice presidente reggente dell’Unon Valdo^taine, ha rassegnato le dimissioni dall’incarico.

David Follien

E’ lui stesso a spiegare i motivi che lo hanno portato a rinunciare a questa delega: “Avevo accettato di fare il traghettatore del Movimento, a fine settembre, per senso di responsabilità, visto il vuoto oggettivo che c’era al nostro interno dopo l’elezione in Consiglio regionale di alcuni rappresentanti. Avevo, però, chiesto – sottolinea – di avere una piena legittimità politica, affinché al Movimento fosse riconosciuta la centralità“.

Invece, ha dovuto constatare, secondo quanto afferma, un altro sbilanciamento “sugli eletti e nessuno si sta preoccupando di riequilibrare questa situazione. Io ci ho provato – assicura David Follien -. Con i miei limiti, ma, evidentemente, il mio lavoro non sta dando dei frutti”.

Dice ancora l’ex vice presidente reggente unionista: “Per settimane, ho sollecitato internamente questo ragionamento, finché sono arrivato a dare degli ultimatum sfociati, poi, nelle dimissioni presentate, otto giorni fa, al Comité Fédéral. Le dimissioni dovrebbero servire da stimolo per una riflessione, prima che sia troppo tardi”.

Precisa, inoltre, che il passo indietro non è collegato alle alleanze politiche, in Regione, né al voto di fiducia del senatore Lanièce al governo Conte.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram