Press "Enter" to skip to content

Covid: sfiora l’80% la percentuale di anziani vaccinati nelle microcomunità

AOSTA – Disorienta la nuova ‘aggressione’ del coronavirus all’interno della struttura Dahu, la Comunità Residenziale terapeutico-riabilitativa, di Brusson. Un contagio inatteso considerato che la campagna vaccinale, in Valle d’Aosta, ha riguardato, al 28 febbraio, il 78% degli ospiti accolti nelle microcomunità e Residenze per anziani.

I dati forniti dall’azienda sanitaria Usl riportano 442 persone a cui sono state somministrate sia la prima dose, sia il richiamo.

Leonardo Iannizzi, medico, direttore dell’area territoriale, sottolinea: “La vaccinazione nelle strutture per anziani richiede procedure specifiche perché gli utenti da vaccinare, molto spesso, non sono in grado di esprimere il consenso necessario a livello legale. Pertanto – dichiara – si è rivelato decisivo il coinvolgimento dei famigliari, dei tutori e dei responsabili delle strutture residenziali ed il raggiungimento dell’elevata quota di ospiti vaccinati è anche merito loro”.

Il dottor Iannizzi richiama l’attenzione su questa realtà, basilare per salvaguardare la salute fisica e mentale dei cittadini della terza e quarta . “Il riscontro – conclude – è particolarmente importante nell’ottica di proteggere dal virus gli anziani più fragili e il personale impiegato nelle strutture”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram