Press "Enter" to skip to content

Covid-19, Pro Loco Brissogne: “Costretti a rinviare al 2021 la nostra ‘Festa dell’Ombra’ “

BRISSOGNE – Il 10 agosto prossimo, la ‘Festa dell’Ombra’, a Brissogne, avrebbe compiuto 47 anni. Questo importante ‘compleanno’ è stato cancellato dall’emergenza coronavirus, nonostante l’impegno degli organizzatori nel ricercare una valida alternativa.

Abbiamo pensato, a lungo, come sostituire questa manifestazione che, per noi, è ormai un vero e proprio appuntamento irrinunciabile. Ci siamo, però, arresi di fronte all’oggettiva impossibilità di garantire la sicurezza imposta dalle leggi per i partecipanti e per l’insieme degli organizzatori”.

Silvia Zulian presidente della Pro Loco, di Brissogne, non nasconde il rammarico di essere stata costretta, in accordo con i componenti dell’associazione, a dover dare l’arrivederci al 2021 per uno degli eventi più attesi dalla popolazione, ma non solo.

La Festa dell’Ombra’, la ‘Fe^te de l’Ombre, allestita in frazione Pacou,’ caratterizza la stagione estiva del Comune che, per mesi, rimane avvolto nell’Ombra, al punto tale da dedicare cinque giorni di sana baldoria a questa peculiarità meteorologica.

La scelta del 10 agosto non è casuale – ricorda Silvia Zulian -. Ricorre il giorno di San Lorenzo, il nostro patrono. Una doppia occasione di festeggiare e di accogliere la folla di partecipanti. La nostra festa è attesa, non soltanto dai residenti, ma dai numerosi turisti, provenienti anche da Francia e Svizzera, che soggiornano in seconde case o arrivano da altri Comuni. Il rinvio della ‘kermesse’ è stato determinato, soprattutto, dal rischio assembramenti”.

Le leggi ministeriali impongono la registrazione degli avventori nel caso in cui vengano somministrati cibi e bevande. La ‘Festa dell’Ombra’ si distingue in questo àmbito. Gli chef propongono i migliori ménu tradizionali, offrendo prodotti tipici del territorio o acquistati da Comuni limitrofi, come nel caso di prelibati formaggi.

Cinque giorni in cui l’impegno degli organizzatori è totalizzante. E i risultati li hanno sempre premiati. La ‘Festa dell’Ombra’ attira, sin dall’esordio, un pubblico eterogeneo che, oltre ai ‘gourmands’, sfoggia anche gli appassionati di musica e ballo. I padiglioni, montati nella frazione all’ingresso del paese, accolgono gli irriducibili delle danze e i cultori della buona cucina. Che, in genere, è ‘self service’ ad un prezzo popolare.

Stiamo studiando la promozione di un evento alternativo riservato ai residenti – annuncia la presidente della Pro Loco -. La sala polivalente, in frazione Pacou, si presta a questo tipo di serate. Ma sarà, comunque, una iniziativa con ingressi ridotti”, sottolinea, in chiusura, Silvia Zulian.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram