Press "Enter" to skip to content

Commerciante cinese vendeva abbigliamento ‘intimo’ contraffatto. Dogane e Carabinieri sequestrano 545 capi

AOSTA – L’esercizio commerciale si trova all’ingresso di Aosta ed è di proprietà di un uomo di origine cinese. Lo hanno smascherato i funzionari del Reparto Antifrode dell’Ufficio Dogane, di Aosta e i Carabinieri del Comando Provinciale. I numerosi capi sequestrati sfoggiavano prestigiose ‘griffe’, tra le più richieste in questo settore dell’abbigliamento femminile, vendute a prezzi inferiori per attirare l’attenzione della clientela.

In una nota dell’Ufficio Dogane si legge: “Il marchio impresso sull’abbigliamento era idoneo, per la tipologia dei caratteri utilizzati e per le caratteristiche grafiche, a trarre in inganno gli acquirenti”.

‘Griffe’ che era stata registrata, tempi addietro, nell’Ufficio Europeo della Proprietà Intellettuale, poi invalidata e cancellata a seguito di un ricorso presentato dalla società americana proprietaria della famosissima ‘firma’ di intimo, ma non solo, ‘Calvin Klein’. Il titolare del negozio è stato denunciato a piede libero.

Scrivono dall’Ufficio Dogane: “L’attività condotta dimostra l’ottimo livello di collaborazione raggiunto tra Dogane e Comando Provinciale dei Carabinieri, nonché l’importanza della condivisione delle banche dati in uso alle rispettive amministrazioni”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram