Press "Enter" to skip to content

Aymavilles: nuova vita per l’ex Hotel Suisse e frazione Ozein

AYMAVILLES – E’ un impegno a 360 gradi quello intrapreso dagli amministratori del Comune di Aymavilles, località a 9 km. dal capoluogo regionale, con un ‘volto’ in cui emergono similitudini con la città. Un agglomerato urbano, guidato dalla sindaca Loredana Petey, entusiasta di poter enunciare una serie di lavori portati a termine dopo un periodo di stasi.

Spicca la riqualificazione dell’ex Hotel Suisse, gloriosa struttura, nella piazza centrale, in cui le numerose associazioni di volontariato possono avvalersi dell’efficientamento energetico realizzato dall’amministrazione”.

Siamo molto soddisfatti di un intervento fondamentale per il miglioramento della quotidianità – dichiara la prima cittadina -. Il rifacimento del ‘cappotto termico’ , la ristrutturazione degli infissi esterni, con la posa di vetrate di un certo spessore, rivalutano la funzione sociale che riveste questo ex Hotel, riferimento prioritario per moltiaymavillains'”.

Opere avviate e interrotte per motivi indipendenti dalla volontà degli amministratori e definite dagli stessi non appena le varie situazioni istituzionali ed economiche lo hanno consentito. Lavori che assumono maggior significato in un periodo in cui la vita dei valdostani è immobilizzata dall’emergenza sanitaria. L’importo totale di 115 mila euro è stato alleggerito dal contributo ministeriale di 50 mila euro.

Esclama un poderoso ‘finalmente !’ Loredana Petey: “Lo dico con grande entusiasmo in quanto abbiamo terminato i lavori legati ad un progetto europeo relativi alla sistemazione di una parte della ex scuola di Ozein, destinando alcuni spazi alla cultura”.

Loredana Petey

In questo incantevole angolo di montagna risiedono, oggi, 49 persone, affascinate da un insieme di peculiarità paesaggistiche. ambientali, sociali; pregevoli doni della Natura gradite, in particolare, dai giovani. Come conferma la sindaca: “Stiamo assistendo ad un graduale, continuo arrivo di giovani coppie con bambini. Stiamo anche vivendo la ristrutturazione di molte case da parte di privati”.

Loredana Petey tiene a sottolineare l’obiettivo di prim’ordine dell’amministrazione: concretizzare il progetto UE S.O.N.O., ovvero ‘Svelare Occasioni. Nutrire Opportunità’.

La nostra idea progettuale – informa – ha previsto un itinerario turistico-culturale per vivere e far vivere ai visitatori, la storia, le tradizioni, lo spirito identitario di Ozein e dei suoi abitanti. Un itinerario strutturato in maniera accattivante, promozionale e suggestivo che – sottolinea – oltre ad incoraggiare la comunità a riscoprire le proprie tradizioni, intende valorizzare il patrimonio paesaggistico-culturale e le produzioni locali”.

frazione Ozein

In questa nuova ‘giovinezza’ dell’antica frazione si distingue una cartellonistica a misura di villeggiante, originale, commisurata alle caratteristiche della regione alpina e alle aspettative dei turisti cultori di questo angolo immerso nel verde e nella quiete.

Ancora la sindaca: “Abbiamo scelto un arredamento adattabile ad ogni evento che intendiamo promuovere”. Esemplifica: “In estate, pensiamo di organizzare serate culturali, con la presentazioni di libri, di opere d’arte, di tutto ciò che esaudisca i desideri di una certa tipologia di villeggianti. Che, ogni anno, si arricchisce di nuovi volti. Siamo entusiasti e galvanizzati da questo incremento demografico e turistico”, la chiosa di Loredana Petey.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram