Press "Enter" to skip to content

Allarme sociale: aumentano gli automobilisti privi di copertura assicurativa

AOSTA – “Parliamo – dichiara Fabio Fiore Comandante della Polizia Locale, di Aosta – di responsabilità civile obbligatoria per legge”.

Nel 2019, gli agenti hanno scoperto 167 titolari di veicoli alla guida senza assicurazione; la maggior parte sono automobilisti italiani; notevoli anche le trasgressioni commesse da stranieri. I dati dell’anno in corso non sono ancora disponibili. “Siamo quasi certi che registreremo numeri inferiori determinati esclusivamente dai tre mesi di lockdown e, quindi, dall’impossibilità di spostarsi”, sottolinea Fiore.

Fabio Fiore

L’attività giornaliera della Polizia Locale contribuisce a smascherare coloro che, per svariati motivi, violano, nella totale consapevolezza, una delle normative nazionali più importante per l’incolumità altrui. L’articolo 193 del codice della strada prevede sanzioni amministrative che oscillano tra 849 e 3.396 euro. E, per rientrare in possesso del proprio mezzo, il titolare deve provvedere al pagamento dell’assicurazione per un totale di sei mesi, oltre a pagare la multa più altre eventuali spese di trasporto e custodia del veicolo.

Somme consistenti che dovrebbero porre ogni automobilista di fronte alle proprie responsabilità, “ad un senso civico – sottolinea il Comandante Fiore –che dovrebbe primeggiare da parte di chi rischia di rovinare altre persone nel caso in cui sia colpevole di un incidente stradale. Situazione in cui verrebbe vanificato il giusto risarcimento alla parte lesa”.

In queste gravi inosservanze stradali si inseriscono le scusanti accampate da chi viene colto in flagranza. Seppure non sia un reato, guidare privi di assicurazione è un autentico schiaffo in faccia a chi rispetta le normative nazionali, provvedendo, con puntualità, al pagamento.

La scusante più frequente è un serafico ‘Mi sono dimenticato’ – informa Fiore –. Qualcuno confessa le sue difficoltà economiche, altri non profferiscono parola. Sono, comunque, tutte scuse molto opinabili. Se si è privi di copertura assicurativa è bene andare a piedi o con i mezzi pubblici. E’ impensabile avventurarsi su strada, sapendo di essere un potenziale pericolo pubblico nel caso di un sinistro. Si dimostra il massimo dell’indifferenza nei confronti degli altri”, la chiosa finale del Comandante della Polizia Locale della città capoluogo.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram