Press "Enter" to skip to content

Alessandria, l’ultimo saluto ai 3 vigili del fuoco

Tra gli applausi e accompagnate dal saluto delle sirene hanno fatto ingresso nella cattedrale di Alessandria le salme dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione della cascina di Quargnento. Portate a spalla dai colleghi, le tre bare avvolte nel Tricolore sono entrate in chiesa tra due ali di vigili del fuoco sull’attenti.

In cattedrale, accolto dagli applausi e scortato dai compagni, anche il caposquadra Giuliano Dodero, uno dei due vigili del fuoco rimasti feriti nell’esplosione. Giunto davanti al duomo a bordo di un mezzo attrezzato, Dodero, in carrozzina, è entrato in chiesa per assistere alle esequie solenni.

Le bare sono state adagiate ai piedi dell’altare su un tappeto rosso e su ciascuna è stato appoggiato il casco di lavoro. All’inizio della funzione il vescovo Guido Gallese ha sottolineato: “Accogliamo questi nostri fratelli morti in un atto di servizio alla comunità”. Affianco all’altare le corone del capo dello Stato, dei presidenti di Camera e Senato e decine di gonfaloni.

Presenti alla celebrazione il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, accompagnato dalla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, dal presidente del Piemonte Alberto Cirio e dal sindaco di Revigliasco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Il premier, che è arrivato a piedi, lungo il tragitto ha stretto le mani dei vigili del fuoco schierati lungo la via che conduce alla chiesa. Poco prima era giunto il presidente della Camera, Roberto Fico. Alla cerimonia funebre partecipano circa 1500 vigili del fuoco da tutta Italia.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram