Press "Enter" to skip to content

Aereo sportivo si schianta a Siracusa. Muore un giovane valdostano

AOSTA – Aveva 19 anni Gioele Bravo, residente, per anni, con la famiglia, al Villair di Quart, prima di trasferirsi in Sicilia e iscriversi all’Istituto aeronautico, di Catania. Era uno degli allievi di Stefano Baldo, 53 anni, pilota di ultraleggeri considerato tra i più esperti.

Questa mattina (mercoledì 12 febbraio) l’aereo sportivo, pilotato da Baldo, mentre stava stava sorvolando la campagna di Carlentini, nel siracusano, ha perso il controllo, schiantandosi al suolo. L’aereo ha, poi, preso fuoco.

Un impatto che non ha lasciato scampo al giovane nostro ex corregionale e al pilota. Le cause sono ancora da accertare. Il velivolo, un Tecnam P2002, su cui Gioele Bravo era salito per un volo addestrativo, era decollato dall’aeroclub di Catania.

La Procura del capoluogo etneo ha aperto un’inchiesta, affidandola al pm Andrea Palmieri. Sul luogo della tragedia sono intervenuti i Vigili del Fuoco, le Forze dell’ordine, il soccorso sanitario e gli Ispettori dell’Agenzia Nazionale Sicurezza Volo per gli accertamenti specifici nel caso di incidenti aerei di questa entità.

Gioele era il primo di quattro fratelli, figlio di Piero Bravo, pilota di linea. Aveva scelto di seguire le orme del padre e, dopo le scuole, a Quart, aveva intrapreso gli studi nell’istituto aeronautico siciliano.

S.L.

Please follow and like us:
error

One Comment

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram