Home Economia Calendario finanziario 19/11 – 23/11

Calendario finanziario 19/11 – 23/11

LUNEDI’ sarà una giornata particolare, con la Borsa di Londra e gli uffici pubblici del Regno Unito che resteranno chiusi mentre nell’abbazia di Westminster si terranno in mondovisione i funerali della Regina Elisabetta II. Ferma per festività anche la Borsa di Tokyo, i soli eventi di rilievo in agenda sono i discorsi dei membri della Bce De Guindos e Villeroy. 


MARTEDI’ si parte con il dato sull’inflazione giapponese seguito dalla decisione della Banca centrale cinese (Pboc) sui tassi. Occhio ai prezzi alla produzione in Germania, la cui crescita dovrebbe rallentare al 36,3% anno su anno, mentre negli Usa i dati sui permessi edilizi e le nuove costruzioni residenziali di agosto misureranno l’andamento del mercato immobiliare. 

MERCOLEDI’ è il giorno della Fed, alle 20, con il mercato che si attende un rialzo di 75 punti base dei tassi. Alle 20.30 seguirà l’attesissima conferenza stampa del presidente Jerome Powell, da cui si attendono indicazioni sulla traiettoria che la Fed intende seguire nella stretta monetaria. Sul fronte macro sono attesi i dati sulla vendita di case esistenti e sulle scorte di petrolio negli Usa. In agenda anche la riunione della Banca centrale brasiliana. 

GIOVEDI’ toccherà alla Bank of Japan e alla Bank of England esprimersi, con la Boe che dovrebbe dare un’altra stretta di 50 punti al costo del denaro, portando i tassi al 2,25%. La Bce pubblicherà il suo bollettino mensile offrendo spunti sull’economia dell’Eurozona. Dagli Usa sono attese le nuove richieste di sussidi di disoccupazione e il dato sull’attività manifatturiera della Fed di Kansas City mentre in Europa il dato preliminare sulla fiducia dei consumatori a settembre. 

VENERDI’, mentre resteranno nuovamente chiusi per festività i mercati in Giappone, una raffica di indici pmi flash darà il polso dell’andamento dei servizi e del comparto manifatturiero a settembre in Francia, Germania, Eurozona, Gran Bretagna e Stati Uniti, dove Powell prenderà nuovamente la parola all’evento ‘Fed Listens’. (Fonte ANSA). 

Exit mobile version